Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi.

Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su "approvo" acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

News

La dottoressa Maria Principe è tra le vincitrici del premio "l’Oréal – UNESCO “Per le Donne e la Scienza". Il premio le è stato conferito per le ricerche che ha svolto all'interno del progetto "Meta-materiali per aumentare la sensibilità dei rivelatori Virgo e LIGO di Onde Gravitazionali" del Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche "Enrico Fermi".

Si sono svolte a Roma, nei giorni 8 e 9 marzo 2018, le Giornate di Studio sui Progetti del Centro Fermi dedicate alla preparazione del Piano Triennale 2018-2020. Circa 50 ricercatori hanno presentato i risultati ottenuti nell'ultimo anno dai vari progetti del Centro, indicando le prospettive e milestones per il prossimo triennio. Particolarmente interessante è stata la discussione e lo scambio di idee sul progetto LABVIEW per l'installazione, nella nuova sede dello storico Istituto di Fisica, di laboratori di ricerca legati al Progetto EEE e al Progetto SAHF per gli studi sul patrimonio culturale. Dovranno essere laboratori ove, oltre a una intensa attività di ricerca, saranno implementate installazioni multimediali per meglio avvicinare studenti e visitatori a queste ricerche.

prova1 NEWS GdP PianoTriennale

 

 

CatturaHumanBrainIl 13 Marzo 2018, nello stimolante contesto dell'Università di Pavia si è svolto il meeting "Human Brain Project: the endeavour of neuroscience". Questo è stato il primo "outreach event" di una serie intesa a presentare diffusamente i concetti del progetto alla comunità scientifica e non-scientifica. Human Brain Project, la flagship Europea che ha suscitato interesse per l'approccio rivoluzionario allo studio del cervello, sta entrando nel suo quarto anno di attività. Il progetto mira a generare modelli di larga scala delle funzioni cerebrali e promette importanti avanzamenti nella prevenzione e cura delle malattie del sistema nervoso, nella neuro-informatica e nella tecnologia. Ci sono numerosi gruppi di ricerca Italiani coinvolti a vari livelli in questa impresa. I leader Italiani hanno mostrato come la loro attività si integra in nodi vitali vital di Human Brain Project ed hanno fornito aggiornamenti sulle strategie generali del progetto, i suoi risultati e le sue prospettive. Tavole rotonde e un seminario di uno dei leaders del progetto, il Prof. Sten Grillner del Karolinska Institute di Stoccolma, sono stati completati mediante posters e proiezioni su maxi-schermi. Inoltre sono state date dimostrazioni mediante il robot "NAO", che incorpora nel sistema di controllo delle reti neurali "spiking" sviluppate dai gruppi Italiani di Pavia e del Politecnico di Milano tramite il Partnering Project "CerebNest". Una speciale attenzione è stata data alla ricostruzione e simulazione modellistica dell'attività cerebrale, che riceve in Italia un importante sostegno dal Centro Fermi (Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi’, Roma) tramite la linea di ricerca " Microcircuiti Neuronali Lolcali". L'evento ha suscitato notevole interesse coinvolgendo tutti gli scienziati Italiani di Human Brain Project ed oltre 300 participanti da un ampio pubblico che comprendeva studenti, scienziati, accademici e rappresentati di Istituzioni governative e del sistema di ricerca nazionale. Un briefing ed un communicato stampa hanno promosso varie iniziative giornalistiche.

La documentazione sul meeting è disponibile su:

https://hbp2018.weebly.com

http://news.unipv.it/?p=27491

http://www.apre.it/eventi/2018/i-semestre/hbp-italy/

Le principali presentazioni sono disponibili su YouTube e ai link:

University of Pavia, The Human Brain Project Italy

University of Pavia, The Human Brain Project system

 

On March 13, 2018, the inspiring context of the University of Pavia hosted the meeting "Human Brain Project: the endeavour of neuroscience". This was the first outreach event of this kind and was intended to disseminate the project concepts to the scientific and non-scientific communities at large. Human Brain Project, the European flagship that has raised interest for the breakthroughing approach to brain investigation, is entering its fourth year of activity. The project aims at generating large-scale models of brain functions and promises big advances in prevention and cure of brain diseases as well as in neuro-informatics and technology. There are several Italian groups involved at various levels in this endeavour. The Italian leaders have shown how their activity integrates in vital nodes of Human Brain Project and have given updates on the general strategies of the project, its achievements and its perspectives. Round tables and a main talk from one of the leaders of the project, Prof. Sten Grillner from Karolinska Institute, have been enriched with posters and projections on maxi-screens and with the demonstration of a real robot trained using spiking neural networks developed in the project by the Italian groups in Pavia and Politecnico di Milano. Special attention has been given to the modeling reconstruction and simulation of brain activity, that receives an important support from Centro Fermi through the research line "Local neuronal microcircuits". The event has raised a remarkable interest involving, together with all Italian scientists of Human Brain Project, more than 300 registered participants from a broad public including students, scientists, academics and institutional representatives from the government and national research system. A briefing with scientific journalists and a press release have promoted several initiatives to announce the event and to prepare articles on the issue.

Documentation on the meeting is available at:

https://hbp2018.weebly.com

http://news.unipv.it/?p=27491

http://www.apre.it/eventi/2018/i-semestre/hbp-italy/

The main talks are available on YouTube and at:

University of Pavia, The Human Brain Project Italy

University of Pavia, The Human Brain Project system

 

Venerdì 16 marzo un gruppo di Alumni del Dipartimento di Fisica dell’Università di Oxford ha fatto visita al Centro Fermi. Gli Alumni erano accompagnati dal Direttore del Dipartimento Prof. John Wheater. Dopo un saluto in videoconferenza del Presidente Prof. Luisa Cifarelli, il Coordinatore dei Progetti, Dr. Rosario Nania, ha illustrato le attività e le prospettive future del Centro. Sono state discusse possibili collaborazioni, con particolare riferimento alle attività del futuro museo fermiano. L’evento si è concluso con una foto di gruppo sulla scalinata della storica Palazzina di Via Panisperna.

 On Friday 16th March, a group of Alumni of the Physics Department of the University of Oxford visited Centro Fermi. The Alumni were accompanied by the Head of the Department Prof. John Wheater. After a welcome address in videoconference by Centro Fermi President Prof. Luisa Cifarelli, the Project Coordinator, Dr. Rosario Nania, presented the activities and the future of Centro Fermi. Possible collaborations were discussed, with particular emphasis on the activities of the future museum dedicated to Fermi. The visit ended with a photo taken on the famous steps of the historical building of Via Panisperna.

 

dueshowerUn recente lavoro pubblicato dalla Collaborazione EEE (The European Physical Journal Plus 133(2018)34) ha riportato evidenza di alcuni possibili eventi di correlazione temporale e angolare tra sciami atmosferici estesi rivelati a grande distanza dai telescopi MRPC del network EEE, installati su tutto il territorio Italiano. Un’analisi combinata dei dati raccolti durante i Run 1 e 2 ha permesso di studiare per la prima volta tutte le possibili combinazioni tra 10 cluster, siti in cui almeno due telescopi sono installati nella stessa città, esplorando così un enorme intervallo di distanze, tra 86 e oltre 1200 km. Il periodo effettivo di presa dati, tenendo conto delle diverse coppie di telescopi, ammonta a oltre 11 anni di misura, che ha consentito di mettere in evidenza alcuni possibili eventi candidati per questo tipo di correlazione tra sciami estesi a grande distanza. Tali eventi, che potrebbero essere legati all’arrivo quasi simultaneo di due sciami energetici nell’atmosfera terrestre, ipotizzati diversi anni fa dai fisici russi Gerasimova e Zatsepin, non sono stati mai chiaramente osservati e rivestono un interesse notevole per l’attività della Collaborazione EEE. Grazie allo sforzo comune di tutte le scuole coinvolte nel Progetto, un maggior numero di telescopi e un periodo di presa dati continuo e di più lunga durata fornirà certamente una risposta più dettagliata su questa interessante problematica nel prossimo futuro.

A recent published paper by the EEE Collaboration (The European Physical Journal Plus 133(2018)34) has reported preliminary evidence for candidate events arising from time and orientation correlations between extensive air showers detected at large distances by the MRPC telescopes of the EEE network, installed over the Italian territory. A combined analysis of the collected data measured in Run 1 and 2 has allowed to study for the first time all the possible combinations between 10 EEE cluster sites, where at least two telescopes are located in the same town, exploring a wide range of relative distances, from 86 km to 1200 km. An overall time exposure of about 11 years has been exploited in this analysis, evidencing a few events which exhibit unusually small time and angular differences between the detected showers. Such events could be related to the arrival of two coincident energetic primary particles in the Earth atmosphere, according to a theoretical mechanism predicted many years ago by the Russian physicists Gerasimova and Zatsepin, but never observed with a clear evidence. Thanks to the combined effort of all school teams participating in the EEE Collaboration, a larger number of telescopes and a longer data taking period will provide additional data to continue this study with much better statistical accuracy.

Pagina 1 di 7

CENTRO FERMI

Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi

Piazza del Viminale 1 
00184 Roma (Italy)

CUU:  UF5JTW 

 

Bandi / Avvisi 

Gare / Contratti

 Seguici su:

© 2017 Centro Fermi. All Rights Reserved.